Dieta Keto: Ha senso e cosa significa?

La dieta Keto, o dieta chetogenica, è considerata da molti una dieta miracolosa per una rapida perdita di peso. Ma cosa rende questa dieta estrema così famosa e quali sono i suoi vantaggi e svantaggi? Cosa c'è dietro questo termine, che comprende molto di più del semplice consumo di pochi carboidrati nella dieta quotidiana?

>>> Che cos'è una dieta chetogenica/chetogenica?

La dieta chetogenica o dieta Keto è una forma migliorata di dieta a basso contenuto di carboidrati. È caratterizzata da un'alimentazione estremamente povera di carboidrati, ma molto ricca di grassi. A causa della mancanza di carboidrati, l'organismo è costretto a modificare il metabolismo ed entrare in "chetosi". Per adattarsi a questo processo alterato, l'organismo può avere bisogno di un po' di tempo.

Che cos'è la chetosi? Normalmente, l'organismo converte gli alimenti e i carboidrati in energia, quindi tutto dipende dall'apporto di carboidrati. Se questi carboidrati mancano come fonte di energia, l'organismo deve agire diversamente. Nel fegato, converte i grassi abbondanti (nella dieta chetogenica) o il proprio grasso corporeo (durante il digiuno) nei cosiddetti chetoni. Questi sostituiscono fino a 80% dei carboidrati mancanti quando l'energia viene prodotta nel cervello. Il restante fabbisogno di zuccheri del cervello è coperto dalla conversione delle proteine alimentari (nella dieta chetogenica) o delle proteine muscolari (durante il digiuno) in proteine. L'organismo non ha quindi bisogno di carboidrati perché brucia direttamente i grassi. Questo stato di produzione energetica è chiamato "chetosi" ed è il principio su cui si basa la dieta chetogenica.

L'assunzione dell'integratore alimentare Revlolyn Keto Burn è quanto di meglio si possa fare per massimizzare gli sforzi e i risultati della dieta Keto: Revolyn Keto Burn Originale.

 

>>> Chi ha bisogno di una dieta chetogenica?

La dieta chetogenica viene spesso utilizzata per la perdita di peso, al fine di dimagrire rapidamente il più possibile. La medicina convenzionale utilizza la dieta chetogenica in modo molto efficace per il trattamento dell'epilessia, soprattutto nei bambini che non rispondono ai farmaci. Alcune cliniche propongono la dieta chetogenica anche come trattamento nutrizionale complementare per i pazienti oncologici. Il motivo è che il metabolismo del cancro è spesso disturbato e l'organismo ha bisogno di una quantità di grassi e proteine molto maggiore di quella che avrebbe in assenza della malattia. Inoltre, i pazienti affetti da cancro soffrono spesso di una reazione infiammatoria che favorisce la crescita del tumore. In questo caso, i chetoni hanno un effetto antinfiammatorio, mentre i carboidrati favoriscono l'infiammazione e servono come fonte di energia per le cellule tumorali.

Studi recenti hanno suggerito che la chetosi può arrestare la progressione della malattia di Alzheimer e invertire parzialmente le limitazioni esistenti. Effetti positivi potrebbero essere riscontrati anche nella malattia nervosa della sclerosi multipla. In ogni caso, la dieta chetogenica deve essere stabilita caso per caso e monitorata da professionisti.

 

>>> Che cos'è la dieta keto?

La nostra alimentazione è suddivisa in tre diversi gruppi alimentari: carboidrati, proteine e grassi. Una dieta sana ed equilibrata prevede una distribuzione di 45-64% di carboidrati (zuccheri), 20-35% di grassi (lipidi) e 10-35% di proteine. Durante una dieta chetogenica, il fabbisogno energetico deve essere soddisfatto da un'altra distribuzione, che si presenta come segue:
Carboidrati: 5%.
Proteina: 25-35%.
Grasso: 60-70%.

Per chi desidera seguire una dieta keto, gli alimenti ricchi di carboidrati sono un tabù. È quindi necessario trovare alternative che favoriscano la corretta distribuzione dei gruppi alimentari, evitando così la chetosi. È necessario assumere Revolyn Keto Burn per assicurarsi di non perdere alcun nutriente: Revolyn Keto Burn Ingredienti.

Consentito:
Carne: carne rossa, bistecca, prosciutto, pancetta, pollo e tacchino.
Pesce grasso: salmone, trota, tonno, sgombro, maccarello
Prodotti lattiero-caseari: burro, panna, formaggio (formaggio cheddar, formaggio di capra, formaggio cremoso, mozzarella)
Uova
Frutta a guscio e semi: noci, mandorle, semi di zucca, semi di lino, semi di chia
Verdure (a basso contenuto di carboidrati): principalmente verdure verdi, pomodori, cipolle e avocado.
Oli salutari: olio di oliva vergine, olio di cocco e olio di avocado
Spezie: sale, pepe, erbe aromatiche

Vietato:
Cereali: pasta, riso, cereali
Legumi: ceci, piselli, fagioli, lenticchie
Verdure a radice: patate, carote, pastinache, pastinaca
Dolce: dolci, bibite, succhi di frutta zuccherati, torte.
Frutta: tutti i frutti, tranne le piccole porzioni, ad esempio i frutti di bosco.
Grassi non salutari: olio vegetale lavorato industrialmente, maionese
Piatti pronti: spesso contengono molti zuccheri
Prodotti dietetici senza zucchero: spesso contengono alcoli dello zucchero che possono contrastare la chetosi.
Alcool
Prodotti dietetici a basso contenuto di grassi

>>>> La dieta chetogenica contro il sovrappeso

Poiché il passaggio alla chetosi stimola la combustione dei grassi e quindi favorisce la perdita di peso, la dieta keto viene utilizzata anche per combattere l'obesità. Il "trucco" dell'organismo di utilizzare i grassi come fonte di energia in caso di carenza di carboidrati è ciò che il dottor Atkins sostiene da diversi decenni con il suo concetto di dieta omonima (dieta Atkins). Ma anche in caso di eccesso di peso, questa dieta richiede la consulenza di un professionista. Se si vuole seguire una dieta chetogenica, è assolutamente necessario acquisire le conoscenze necessarie da professionisti, ad esempio in centri sanitari e di riabilitazione specializzati, dove la cucina chetogenica può essere appresa sotto la supervisione di un medico e la consulenza dietetica specializzata in questa cucina. È necessario almeno essere consapevoli delle carenze nutritive che possono verificarsi con una dieta chetogenica e mantenere i valori di colesterolo per una dieta chetogenica a lungo termine. Chi vuole seguire con costanza questo tipo di dieta dovrebbe compensare la perdita di nutrienti attraverso integratori alimentari.

 

>>> Pericoli ed effetti collaterali

Durante la fase di dondolamento possono manifestarsi i seguenti sintomi: rallentamento, aumento della fame, problemi di sonno, mal di testa, nausea e problemi di digestione. Dopo qualche giorno, tuttavia, questi disturbi di solito cessano. Per evitare che ciò accada, è consigliabile iniziare la dieta a basso contenuto di carboidrati. Inoltre, è necessario mangiare a sufficienza per mantenersi sazi. Non è necessaria una restrizione specifica dell'apporto calorico, poiché l'organismo brucia automaticamente i grassi e le proteine chetotiche. È inoltre possibile assumere integratori alimentari per controllare l'insorgenza dei sintomi e fornire all'organismo nutrienti sufficienti, indipendentemente dalla dieta.

Tuttavia, una dieta chetogenica deve sempre essere fatta con il consenso di un medico. Per motivi medici, una dieta keto deve essere sempre consultata con un medico e mai in modo indipendente. Anche quando si tratta di perdita di peso, è necessario chiarirlo prima con un medico. Perché una dieta ricca di grassi può causare depositi nei vasi sanguigni, aumentando il rischio di ictus e infarto. Allo stesso modo, con una dieta chetogenica aumenta la produzione di acido urico, con conseguente aumento del rischio di gotta.

Inoltre, è vietata agli atleti agonisti! Perché con la chetosi l'energia necessaria viene estratta dalle riserve di grasso, ma anche le proteine muscolari vengono degradate. Di conseguenza, invece di costruire il muscolo, questo viene demolito. Inoltre, questa forma di dieta fornisce un livello ridotto di energia, che può risultare in una minore potenza nello sport.

Ad oggi, non esistono praticamente studi sulla dieta chetogenica. Come per qualsiasi dieta con un'alimentazione limitata, anche qui si annida la trappola dell'effetto yo-yo dopo il raggiungimento dei risultati. Questo non dovrebbe durare, perché una limitazione così estrema influisce anche sulla qualità della vita. In ogni caso, se la dieta chetogenica ha un'anamnesi terapeutica o di salute, questa decisione sarà presa con il medico. Se si vuole perdere peso a lungo termine, si deve prendere questa decisione sapendo che si tratta di un cambiamento estremo. Con un cambiamento equilibrato e sostenibile della dieta associato allo sport, è facile raggiungere l'obiettivo della perdita di peso e del miglioramento della salute, che migliora in modo permanente la qualità della vita. Leggete il nostro articolo sulle 7 regole nutrizionali che rendono obsoleta una dieta.

>>> Conclusione

La dieta chetogenica e la concomitante chetosi possono essere veloci per la perdita di peso, ma comportano anche dei rischi. Per coloro che soffrono di un peso molto elevato, questo metodo di dieta può essere un'opzione in consultazione con il medico. Tuttavia, è sempre consigliabile assumere Keto Burn come integratore alimentare, per essere certi di non incorrere in carenze.